«

»

Mar 04

CW

Il codice Morse

Il codice morse fu creato da Samuel Finley Breese Morse, un inventore statunitense che nel 1836 mise a punto il telegrafo elettrico, un apparecchio in grado di mandare in portante, tramite un semplice contatto, un segnale lungo o breve che corrispondeva ad una linea o ad un punto. Il codice é basato sulla trascrizione dei 36 simboli alfanumerici tramite combinazioni di punti e linee, fu usato in principio nelle trasmissioni telegrafiche e poi in quelle via etere. Marconi l’inventore della radio, si avvalse del codice morse nella prima trasmissione transoceanica trasmettendo la lettera ‘A’ dalla stazione americana alla nave Elettra in Europa. Il codice è ottimizzato in funzione della frequenza statistica dei singoli caratteri: così la E e la T che sono le due lettere più comuni nella lingua inglese sono cifrate con un solo simbolo, mentre le lettere meno frequenti sono cifrate con 4 simboli, e le cifre considerate molto rare in un testo sono cifrate con 5 simboli. In questo modo si ottiene un considerevole risparmio sulla lunghezza del messaggio trasmesso.
(Con la recente normativa che disciplina le materie di esame per divenire radioamatori, è stata abolita la prova di telegrafia. Nonostante ciò le trasmissioni in CW sono comunque molto utilizzate  e rappresentano un patrimonio fondamentale nella storia delle radiocomunicazioni.)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*